sabato, dicembre 08, 2012

Che cosa serve la storia dell’arte? Per la vita civile

Che cosa serve la storia dell’arte? Per  la vita civile … per esempio quando la vita civile è soggetta ad un accelerato  processo di degradazione come succede oggi in Italia – su questa cosa Salvatore Settis in questa occasione non dice nulla,  ma fa capire che avrebbe molto da dire … in questo intervento ci parla del rapporto tra storia dell’arte e tecnologie dell’informazione parlando delle esperienze  della Scuola Normale (Pisa)  e del  The Getty Research Institute, racconta la sua esperienza in questi due istituti dove lo storico dell’arte  deve diventare un po’   informatico  e viceversa  dove l’informatico parla come uno storico dell’arte.  Interessante avvicinamento tra scienze e lettere per un superamento delle discipline come nel nuovo corso di laurea  in Informatica Umanistica .

Gombrich,  grande storico dell’arte  conservatore pensava che non si potessero usa i computer  per classificare le opere d’arte.