mercoledì, gennaio 13, 2016

Animatori Digitali, tra digital divide e cultural divide

Molto interessante! - per il nostro lavoro di animatori - il fattore “cultura” e il fattore umano sono assolutamente decisivi - l’innovazione tecnologica senza cultura rappresenta sempre un’opportunità per pochi, un cambiamento parziale e limitato - Presentazione del saggio di Piero Dominici, ["Dentro la società interconnessa"], Prospettive etiche per un nuovo ecosistema della comunicazione
Ridurre/eliminare il digital divide e il cultural divide (sottovalutato) all’interno delle scuole - vedi [http://marcominghetti.nova100.ilsole24ore.com/] Marco Minghetti, Un nuovo umanesimo per la società interconnessa Conversazione con Piero Dominici, autore di "Dentro la società interconnessa" 

Necessità individuate

1)   promozione di programmi formativi mirati ad eliminare il gap tra il profilo del cittadino “reale” e quello “ottimale”.

2)   Promozione di programmi formativi mirati a ridurre/eliminare il digital divide e il cultural divide (sottovalutato) all’interno delle Pubbliche Amministrazioni; investire su formazione mirata e qualificazione dei dipendenti pubblici.

3)   Investire su formazione e qualificazione del personale docente delle scuole

4)   Investire (concretamente, e invertendo il trend degli ultimi anni) su ricerca e università, ridefinendo l’intero sistema di valutazione della didattica e della ricerca

5)   Promuovere l’uso di piattaforme collaborative e l’adozione di software open-source6)   Promuovere progetti di social-networking




Nessun commento: